I nostri Interpreti sono tutte persone altamente qualificate nel settore dell’interpretariato dalla Lingua dei Segni Italiana (LIS) all’italiano e viceversa, con anni di esperienza professionale.

I nostri Interpreti rispettano il Codice di condotta professionale di seguito riportato.

 

CODICE DI CONDOTTA PROFESSIONALE PER INTERPRETI

La nostra Cooperativa Sociale ha tra i tanti obiettivi anche quello di mantenere alti standard di professionalità e di condotta eticamente corretta da parte degli interpreti.

I principi di questo Codice di condotta professionale devono essere considerati globalmente e come linee guida per un adeguato comportamento professionale.

Le condotte illustrate non sono possono essere totalmente esaustive – data la molteplicità di situazioni che possono verificarsi – ma sono indicative del comportamento che può essere conforme oppure violare uno specifico principio o il codice nel suo insieme.

In caso di dubbio, il lettore dovrebbe fare riferimento al linguaggio esplicito del principio. Se invece sono necessari ulteriori chiarimenti, è possibile porre le eventuali domande agli organi competenti all’interno della Cooperativa.

Il presente Codice di condotta professionale è sufficiente per comprendere ruoli e responsabilità degli interpreti in ogni tipo di situazione (ad esempio educativa, legale, medica).

Le norme deontologiche si applicano a tutti gli interpreti nell’esercizio della loro attività e nei rapporti tra loro e con i terzi.

Ciascun interprete ha il compito di rispettare i doveri – previsti dai regolamenti delle Associazioni Nazionali di Categoria – di:

♦ dignità e decoro

♦ lealtà e correttezza

♦ diligenza

♦ segretezza e riservatezza

♦ indipendenza

♦ informazione

♦ competenza

♦ aggiornamento professionale

♦ adempimento previdenziale

♦ evitare incompatibilità

♦ rispettare le condizioni di lavoro

♦ collaborare con i colleghi, rispettare stagisti e studenti della professione

♦ restituire o distruggere i documenti rispettando la privacy e proteggendo i dati sensibili

 

In particolare, l’interprete che effettua servizi di video interpretariato deve tenere presente anche quanto segue:

♦ essere appropriato, nel comportamento e nell’aspetto, adattandosi alla specifica situazione interpretativa, dimostrando discrezione e cura nella scelta dell’abbigliamento;

al momento della presa di servizio è necessario essere già abbigliati; gli indumenti devono essere possibilmente tinta unita e preferibilmente di colore scuro per facilitare la comprensione del messaggio;

astenersi dall’uso di sostanze che alterano la mente prima o durante l’esercizio delle funzioni;

♦ non è permesso mangiare, fumare (etc.) mentre si effettua la chiamata a TELLIS, così da non recare danno alla comunicazione;

♦ non utilizzare informazioni interpretate confidenziali per scopi di lucro, personali o professionali;

♦ rispettare le richieste e le esigenze degli utenti sordi, mantenendo sempre un comportamento professionale (sia in contesto pubblico che privato);

♦ approcciarsi agli utenti sordi con un comportamento professionale in ogni momento;

♦ ottenere il consenso degli utenti sordi e dei colleghi prima di portare un tirocinante a un incarico;

♦ facilitare l’accesso alla comunicazione e l’uguaglianza, supportando la piena integrazione e indipendenza nei confronti degli utenti sordi;

♦ laddove richiesto, fornire la documentazione che certifichi i titoli conseguiti, la propria esperienza e formazione;

♦ rispettare i colleghi, gli stagisti e gli studenti della professione;

♦ gli interpreti sono tenuti a collaborare con i colleghi;

♦ in caso di violazioni etiche o professionali, discutere privatamente con i colleghi;

♦ è possibile presentare un reclamo formale in caso di abituali e nocive violazioni del Codice etico;

♦ assistere e incoraggiare i colleghi condividendo informazioni e fungendo da mentori laddove necessario;

♦ promuovere le condizioni che favoriscano una comunicazione efficace, informare le parti coinvolte se tali condizioni non sussistono e cercare soluzioni appropriate;

♦ informare le parti coinvolte in modo tempestivo in caso di ritardo o incapacità di adempiere agli incarichi;

♦ è possibile riservarsi l’opzione di rifiutare o interrompere l’incarico nel caso le condizioni di lavoro non siano favorevoli all’interpretazione;

♦ il video interprete non può effettuare chiamate senza identificarsi come operatore del servizio ponte per sordi.

 

TELLIS è un progetto di Soc. Coop. "Service & Work" - Via Bastione, 13 - 48121 Ravenna - C.F./P.I. 02278550393 - R.E.A. 187557